Oggi è il 1 Marzo e in tutte le terre Venete, fino al 1797, in questa data veniva festeggiato il capodanno.

Originariamente, il capodanno Veneto era stato fissato il 25 marzo, giorno attribuito alla fondazione di Venezia, solo successivamente fu anticipato al 1 marzo per comodità di calcolo. Il calendario Veneto affonda le proprie radici, nella notte dei tempi, fra i popoli indoeuropei.

Popoli questi, che vivevano in stretto contatto con la natura, seguendone rigorosamente i cicli ed i mutamenti.

Tutt’oggi ne troviamo traccia nei nomi dei mesi di settembre, ottobre, novembre e dicembre, infatti corrispondono al settimo, ottavo, nono e decimo mese dell’anno se consideriamo il capodanno Veneto.

L’introduzione del calendario gregoriano anche in Veneto, a partire dal 1582, pur non stravolgendo l’ufficiale computo del tempo nella Serenissima, rese necessario l’utilizzo del termine “more Veneto”.  Abbreviato in  “m.v.” Per indicare le date secondo il calendario Veneto per non confondere i due sistemi.

Ad esempio, il gennaio 1582 ‘more veneto’, corrispondeva al gennaio 1583 del calendario gregoriano.

Secondo il calendario, vigente all’epoca della Repubblica di Venezia, il capodanno coincideva con la fine del periodo più freddo della stagione invernale. L’arrivo della primavera, un nuovo inizio, la rinascita delle terre, tutto era calcolato per essere allineato ai ritmi naturali della vita.

TRADIZIONE VENETA

Secondo la tradizione, i festeggiamenti per il Capodanno Veneto, del 1 Marzo, duravano più giorni.  Ancora oggi auguri si fanno gli ultimi tre giorni di febbraio, e i primi nove di Marzo.

Batter Marzo”, “brusar Marzo”, o “ciamar Marzo” in alcune località, rimane viva l’usanza che i bambini escano per le strade e battendo coperchi e pentole con bastoni, cerchino di fare più chiasso possibile, proprio per svegliare l’anno nuovo.

In questo periodo giornate hanno già iniziato ad allungarsi e ora la natura addormentata, piano piano riprende vita con i primi germogli.

Noi di Slow+Fashion+Design  auguriamo quindi, un buon Capodanno Veneto, che, sia un anno fruttuoso per tutti!