Alessandro Crosato

Slow Fashion Design Director and Founder of Slow+Fashion+Design

La mia esperienza

Nato a Treviso  negli anni ’70.

Una cittadina a misura d’uomo che negli ultimi 30 anni è diventata un punto di riferimento per l’economia italiana.

La mia passione per la moda è nata quando ero bambino.

Mi piaceva l’arte, in tutte le sue forme. Così appena ho potuto,  mi sono trasferito a Firenze ed ho frequentato l’Università della Moda in collaborazione con l’istituto Ent-Art Polimoda ed è iniziato il sogno!

Finalmente avevo trovato la mia strada.

Ho conosciuto persone interessanti, mi nutrivo di cultura, avevo gli occhi pieni di storia.

La vita mondana riempiva i pochi spazi rimasti dallo studio e la laurea è arrivata velocissima.

Le prime esperienze di lavoro, è stato un periodo meraviglioso, mi sentivo appagato e pieno d’energia.

La creatività, la curiosità, le nuove sfide, sono fondamentali nella mia vita.

Quando sento che ad una azienda ho dato tutto, cerco altrove, a volte è pesante perché bisogna spostarsi in altre città.

A volte significa anche sacrificare la famiglia, gli amici.

Ma tutto questo dà anche la possibilità di conoscere realtà diverse, persone e culture nuove, e ogni volta si riaccende la passione per la mia professione.

Dopo una decina d’anni di esperienze lavorative che mi hanno permesso di crescere professionalmente, sono finalmente riapprodato nella mia amata terra.

 

La mia “filosofia”

Da qualche anno, mi sono avvicinato allo  “SLOW”, dapprima al food, poi come stile di vita.

Ed infine mi sono chiesto,”cosa posso fare io per portare lo slow nella moda?”

Così ho deciso di condividere questo blog con chiunque desideri avvicinarsi al mondo “SLOW”.

Per partecipare ad un nuovo progetto nella moda italiana, partendo da concetti etici.

Per condividere progetti, pensieri,  proposte, luoghi slow.

Silvia MÜller

Blogger & Interior Designer

SILVIA MÜLLER, sono la mano che scrive i testi, cura le fotografie e segue l’immagine di slow+fashion+design.

Raccontare di esempi positivi mi appassiona e lo faccio in modo confidenziale ed istintivo.

Descrivermi è la cosa più difficile, una sorta di timidezza mi accompagna, ma proverò comunque a farmi conoscere.

Le mie origini

Sono nata a Milano, una città dove storia, tradizioni, vecchie case a ringhiera, mondanità, traffico e grattacieli si intrecciano caoticamente.

Ognuno ha la possibilità di cogliere ciò che preferisce.

Per me è un po’ casa, ricordi d’infanzia, grandi parchi, negozi scintillanti, “la madonnina”.

Da ragazzina mi sono trasferita a Treviso dove ho imparato ad apprezzare la vita tranquilla, di una piccola, meravigliosa cittadina.

Dove, l’attaccamento alle radici è molto forte, dove casa significa famiglia e le tradizioni sono vive.

Oggi non potrei rinunciare ai ritmi, ai colori ed ai sapori di Treviso.

 

Il mio “credo”

Sono stata educata con i valori di una volta, dove nulla deve essere sprecato e molto può essere riutilizzato.

Amo ricercare l’essenza in ogni cosa, ascoltare e vivere intensamente.

Così, in modo naturale e quasi inconsapevole mi sono ritrovata a condividere e seguire la filosofia slow.

Credo che la bellezza stia ovunque, nelle persone, nella natura, negli oggetti, l’importante è saperla cogliere.

Sono convinta che l’alimentazione è il mezzo fondamentale per una vita sana ed appagante.

Credo nel rispetto delle persone e della natura, poiché sono l’estensione di noi stessi.

Penso che una presa di coscienza e responsabilità da parte i tutti, possa essere la soluzione a tutto.

Scrivere per il blog e sito di slow+fashion+design è un ottimo strumento per vivere e condividere tutto questo.

 

"FOOD and WINE"

Francesco Chiavacci Lago

Per la nuova sezione dedicata al “Food and Wine”, collabora con noi una persona speciale, Francesco Chiavacci Lago.

Appassionato di tutto ciò che è bello e buono, cibo, vino, musica, condividerà in slow+fashion+design pensieri ed esperienze.

Lui si racconta così.

 

Sono Francesco Chiavacci Lago.

Mi chiamano “Fran” da quando sono nato ma non so perché.

Ho due cognomi perché li amo entrambi e non voglio rinunciare a nessuno dei due.

Sono nato a Castelfranco Veneto, sono cresciuto in una grande casa circondato da nonni e zii che mi raccontavano delle loro vite come fossero favole antiche e mi hanno insegnato il valore dell’ onestà e delle tradizioni.

 

Il “credo” di Francesco

Amo la mia terra nonostante le tante contraddizioni perché come scriveva mio padre:

“Il Veneto sente che il suo antico filò di stalla, contadino, cattolico e frugale, s’allontana allo sguardo come una cometa in transito ogni cento anni.

È troppo fresco di povertà per non temere di perdere il benessere e per non soffrire di una qualche bulimia del vivere”. 

Amo Venezia e i suoi mille anni di storia e buon governo da onorare e imitare.

Amo le nostre montagne.

Amo il Monte Grappa dove mio nonno Abele Lago classe 1898. Ha combattuto ancora minorenne e mio zio Don Paolo Chiavacci ha lottato in nome di Dio e della Natura fondando un centro per la salvaguardia del creato.

Amo Mario Rigoni Stern, Andrea Zanzotto e gli scrittori veneti.

Amo la musica.

Ce l’ ho dentro. Non posso vivere senza. Ne ho un bisogno fisico, interiore, profondo.

Concordo con NietzscheSenza musica la vita sarebbe un errore.

Amo la cucina. Guardando cucinare mia mamma e mia nonna ho capito che è un atto d’ amore.

Amo il vino come simbolo della tenacia e dell’ ingegno dell’ uomo che trasforma un frutto stagionale in un opera d’ arte duratura. 

Il vino è la poesia della terra diceva Mario Soldati.

 

Per me la filosofia slow è semplicemente seguire il buon senso, quello che ci ha accompagnato per secoli.

Con un’unica enorme differenza: per secoli la vita slow, etica e sostenibile è stata una necessità.

Ora è una nostra scelta.

Iscriviti alla Newsletter e riceverai informazioni sulle ultime novità, aggiornamenti e tendenze di SLOW+FASHION+DESIGN.

Inserendo i tuoi dati e cliccando sul tasto di iscrizione, verranno memorizzati e custoditi nel database di SLOW+FASHION+DESIGN. e utilizzati con le modalità ed ai fini descritti nella policy del blog.

Related Posts